CONTATTI RICERCA FOTOGALLERY DONAZIONI
NEWS
torna alla home
La sfida del dialogo per costruire la pace
11 Settembre 2017

In vista del centenario di fondazione della Milizia dell’Immacolata, prosegue l’approfondimento a cura di fra Raffaele Di Muro, docente di Teologia spirituale e presidente della MI internazionale.

"La sfida del dialogo come unica via per costruire la pace" è il titolo e il tema dell’ultimo contributo sinora pubblicato.

“Massimiliano Kolbe non conosce il dialogo interreligioso nella modalità oggi intesa dall’attuale teologia e dalla sensibilità dei credenti. Dalle espressioni da lui utilizzate comprendiamo che il suo approccio verso gli ebrei, gli islamici, i buddisti ecc. è caratterizzato dal desiderio che si possano convertire al Cristianesimo, unica via di salvezza.

Pur evidenziando questo dato, va detto che il santo opera in senso missionario con una modalità improntata al massimo rispetto del vissuto di ogni individuo. […]

La Milizia dell’Immacolata può, unitamente al mondo ebraico, islamico, buddista ecc., lavorare per la pace e per sollevare l’umanità dai drammi sociali che l’attanagliano da tempo.

Inoltre, può sperimentare l’unione di preghiera con quanti non si professano cristiani, ma desiderano una convivenza pacifica e serena. Ci sono uomini che ammettono di essere atei o in ricerca. Con la sensibilità di Kolbe, la M.I. è chiamata al confronto con questi fratelli, che cercano il senso della loro vita ed una realtà trascendente che possa dare loro certezze. Anche a chi vive facendo a meno della presenza di Dio, questo movimento può offrire la possibilità del dialogo”. (R.D.M.)


Leggi qui l’articolo integrale (pag. 18)
Clicca qui per ricevere San Bonaventura informa, gratuitamente ogni mese, in formato digitale


fonte: Seraphicum Press Office