Baccalaureato Licenza Dottorato Biblioteca Contatti Segreteria
Storia della Facoltà
Informazioni Generali
Autorità Accademiche
Collegio dei Professori
Calendario delle Lezioni
Cattedra Kolbiana
F.I.A.T.S.
Grafologia pastorale

Rivista Miscellanea Francescana
Editrice Miscellanea Francescana

Ufficio Stampa
San Bonaventura Informa

Auditorium
Cineforum

Borse di Studio e Donazioni
AREA RISERVATA
home \ news
NEWS
Il Manifesto di Assisi
31 Gennaio 2020

Leggi qui l’articolo integrale (a pag. 2)


Una settimana fa veniva presentato il "Manifesto di Assisi", nato da un’iniziativa dei frati del Sacro Convento assieme alla Fondazione Symbola. Al centro dell'attenzione i temi legati alla tutela dell'ambiente, che stanno divenendo sempre più una vera e propria emergenza. E proprio questo argomento è la colonna portante dell'ultimo numero di San Bonaventura informa, che apre con l'Editoriale riservato a passaggi chiave di un discorso di papa Francesco e chiude con i versi di san Francesco dedicati alla Madre Terra.

Tra queste due parentesi, il racconto del Manifesto di Assisi a cura della Sala Stampa della Basilica di san Francesco, l'articolo sul Green Deal per un nuovo umanesimo integrale europeo di Marco Fornasiero, le proposte di lettura con il libro L'alfabeto verde di papa Francesco di Franca Giansoldati.

«Il primo, il più ambizioso obiettivo - si legge nel Focus di SBi -, è abbattere le emissioni di CO2 entro il 2050. Lo hanno capito e lo stanno capendo in tanti. Il punto di non ritorno è stato raggiunto ed è necessario passare dalle parole ai fatti. Economisti, presidenti e amministratori delegati delle più grandi realtà e aziende italiane - da Confindustria a Coldiretti, da Enel a Novamont - il Presidente del Consiglio Giuseppe Conte, il ministro dell’Università Gaetano Manfredi e il Presidente del Parlamento Europeo David Sassoli c’erano e hanno sottoscritto, come hanno già fatto altre 2000 persone, il Manifesto.

Partendo da alcuni interrogativi, espressi da padre Mauro Gambetti, custode del Sacro Convento: “Ma gli ambientalisti sono profeti di sventura o sani realisti? In verità, sarebbe da riproporre, in forma retorica, la vexata quaestio: siamo contenti di questo mondo?”.

Una domanda retorica, appunto, perché non si può essere contenti di un mondo che non bada alle conseguenze drammatiche dei propri errori, che non si chiede, come ha detto padre Enzo Fortunato citando l’enciclica Laudato si’ di papa Francesco, “che futuro vogliamo dare ai nostri figli?”. La costruzione di questo futuro non può prescindere da una visione francescana. Francesco è una fonte spirituale pura a cui abbeverarsi. […]

Seguendo l’esempio di san Francesco, che da Assisi ha dato vita a una rivoluzione globale. Era solo? Lo era quando si è spogliato di tutti i suoi beni per seguire Cristo, ma lungo la via ha trovato fratelli e sorelle che lo hanno seguito.

Per ottenere un cambiamento, infatti, non si può essere soli. Bisogna camminare tutti insieme. “Io so di non essere in grado di cambiare il mondo. Tutti noi lo sappiamo. Ma ciascuno di noi sa che può cambiare il suo piccolo mondo e offrire un contributo per imprimere una grande svolta al corso della storia”, ha aggiunto padre Gambetti».

Oltre a mettere in pratica scelte e comportamenti responsabili nella quotidianità, un passo carico di significato può essere anche la sottoscrizione del Manifesto di Assisi, per il quale bastano pochi secondi, attraverso la compilazione on line a questo indirizzo: https://www.symbola.net/manifesto/


Clicca qui per ricevere San Bonaventura informa, gratuitamente ogni mese, in formato digitale.



fonte: Seraphicum Press Office