CONTATTI RICERCA FOTOGALLERY DONAZIONI
NEWS
torna alla home
Il ricordo di p. Ernesto Piacentini
17 Aprile 2018

La recente scomparsa di p. Ernesto Piacentini, appassionato di mariologia e francescanesimo e autore dell’Opera Omnia di p. Léon Veuthey, è al centro del ricordo di p. Gianfranco Grieco che ne traccia la figura in San Bonaventura informa.

«Maria Immacolata, san Massimiliano Maria Kolbe, padre Leone Veuthey, padre Quirico Pignalberi: sono stati questi i quattro amori spirituali e culturali di padre Ernesto Piacentini. Con padre Piacentini scompare una delle personalità tra le più significative della famiglia francescana conventuale del Novecento.

Dotato di una molteplicità di doni umani, spirituali ed intellettuali, padre Ernesto tutto ha posto al servizio del Regno di Dio, dell’Immacolata sua madre e dell’ideale di vita del serafico padre san Francesco d’Assisi. Si era formato, sin dalla fanciullezza, alla scuola del santo “serafico in ardore” ed aveva avuto come maestri di vita, sia nella città di san Francesco, come a Roma, religiosi di notevole statura umana e culturale.

Prima alunno e poi professore della Pontificia Facoltà Teologica “San Bonaventura”, tutto il suo quotidiano dimenarsi senza sosta, mirava a raggiungere un solo traguardo: trasmettere al mondo plurale contemporaneo e alle nuove generazioni della famiglia francescana, il pensiero degli antichi e dei nuovi maestri del pensiero francescano: da san Bonaventura al beato Giovanni Duns Scoto, dal san Massimiliano Kolbe al padre Veuthey sino al venerabile padre Pignalberi, maestro e formatore di una lunga generazione di giovani novizi nel convento francescano conventuale del Piglio, in Ciociaria». (G.G.)


Leggi qui l'articolo integrale (pag. 14).

Clicca qui per ricevere San Bonaventura informa, gratuitamente ogni mese, in formato digitale.



fonte: Seraphicum Press Office