CONTATTI RICERCA FOTOGALLERY DONAZIONI
NEWS
torna alla home
Domande tra realtà penultime e ultime
22 Febbraio 2021

Leggi qui l'articolo integrale (a pag. 32)


Si intitola “Domande tra realtà penultime e ultime” la nuova rubrica di SBi a cura di fra Domenico Paoletti. Uno spazio per approfondire le domande di senso e quelle “pratiche”, per mettere in relazione il tempo e l’eternità. Qui le “linee” attraverso le quali si svolgeranno gli approfondimenti mensili.

«Diamo inizio a una rubrica incentrata sulla nostra condizione umana: precaria sempre, ora accentuata drammaticamente dalla situazione pandemica che viviamo. Il focus su cui convergono i vari temi che verranno trattati è la domanda di senso tra realtà penultime e realtà ultime. C’è relazione tra realtà penultime: star bene, sistemarsi, il progresso scientifico, l’economia, l’ecologia, l’ecosistema, … e il senso del tutto? La morte è l’ultima realtà, o la penultima?

Il fine, tra la fine e il confine. È vero che di fronte ad un’emergenza sanitaria, economica, ecologica, politica qual è quella che stiamo attraversando a livello mondiale - si cercano, come più specifiche, soluzioni “interne” a questi ambiti; ma non è forse il vuoto di una prospettiva ampia e lunga a impedire lo sblocco di difficoltà che risultano sempre più complesse, perché interconnesse, quindi da affrontare necessariamente insieme, nella ricerca di un senso globale?
È vero che nella vita di tutti i giorni ci imbattiamo in “domande utili” che cercano soluzioni concrete. […]

La Rubrica si propone di mettere in relazione tempo ed eternità, assoluto e relativo, ultimo e penultimo, all’interno delle diverse realtà che viviamo, della fenomenologia umana in cui le cose ultime e le penultime si intrecciano e si richiamano di continuo, per il semplice fatto - riconosciuto o no - che l’elemento penultimo ha bisogno di senso, di prospettiva, di fine, di pienezza che solo lo rendono umano.
La filosofia pone domande e la teologia, riconoscendo nell’evento Gesù di Nazareth la Rivelazione del senso di tutto, offre prospettive ultime. Il paradosso è che questa rivelazione cristiana avviene attraverso le realtà penultime, l’Assoluto (Dio) si scioglie dalla sua assolutezza, facendosi uomo e restando Assoluto». (D.P.)


Clicca qui per ricevere San Bonaventura informa, gratuitamente ogni mese, in formato digitale.


fonte: Seraphicum Press Office