CONTATTI RICERCA FOTOGALLERY DONAZIONI
NEWS
torna alla home
La nuova "mappa porpora" nel mondo
03 Dicembre 2020

Leggi qui l'articolo integrale (a pag. 15)

 

Oggi pomeriggio, alle ore 18.30, il cardinale Mauro Gambetti presiederà la prima messa solenne pubblica nella Basilica dei SS. XII Apostoli a Roma, in occasione della tradizionale Novena all’Immacolata, presieduta ogni sera da un cardinale. Nell’occasione convento e parrocchia dei SS. Apostoli gli faranno dono di una mitria, salutando così con affetto e gratitudine il suo ingresso nel collegio cardinalizio.

In SBi abbiamo parlato del recente concistoro, della nuova "mappa porpora" nel mondo, del card. Gambetti e del suo "tuffo dal trampolino in mare aperto".

«Papa Francesco aggiunge nuovi tasselli alla Chiesa di oggi e a quella di domani, consegnando la berretta a tredici nuovi cardinali. Con questi porporati, creati nel corso del Concistoro del 28 novembre, il collegio cardinalizio arriva a un totale di 229 componenti, di cui 128 elettori e 101 non elettori.

Tra le nuove nomine ci sono sei italiani, di cui tre elettori: Marcello Semeraro (Prefetto della Congregazione delle Cause dei Santi), Augusto Paolo Lojudice (Arcivescovo di Siena-Colle Val d’Elsa-Montalcino) e Mauro Gambetti (già Custode del Sacro Convento di Assisi), ai quali si aggiungono il cappuccino Raniero Cantalamessa (Predicatore della Casa Pontificia), Enrico Feroci (parroco a Santa Maria del Divino Amore a Castel di Leva) e Silvano Maria Tomasi (Arcivescovo Titolare di Asolo, Nunzio Apostolico), tutti e tre non elettori.

Sette i continenti (computandoli secondo il modello che tiene conto delle differenze storico-culturali) rappresentati nel collegio cardinalizio, con 90 Paesi di cui 70 esprimono cardinali con diritto di voto. Dando uno sguardo alla composizione geografica, emerge che l’Europa conta 53 elettori, 16 l’America settentrionale, 7 quella centrale e 14 la meridionale, 18 l’Africa, 16 l’Asia, 4 l’Oceania. Restringendo ancor più il campo di osservazione per guardare all’Italia, vediamo che i cardinali elettori sono 22. […]

Parlare del cardinale Gambetti consente di soffermarsi su un altro aspetto, ovvero il dato anagrafico: con i suoi 55 anni, Mauro Gambetti è tra i tre porporati più giovani del collegio cardinalizio, assieme al coetaneo portoghese José Tolentino de Mendonça e al cardinal Dieudonné Nzapalainga, della Repubblica Centrafricana, di appena un anno e mezzo più giovane.

Tante storie, insomma, che confluiscono su un’unica via - la strada di Dio -, con la raccomandazione rivolta da papa Francesco ai nuovi cardinali ad essere sempre vigilanti per non perderla di vista. […]

Dunque Chiesa in viaggio che attraversa le acque di questa come di ogni epoca, caratterizzate dai suoi drammi, contraddizioni e speranze. Gli sguardi eterogenei del collegio cardinalizio saranno preziosi per scrutare ogni orizzonte e tracciare le rotte di navigazione più adeguate.

Intanto per i nuovi cardinali è il momento di salire sulla barca di Pietro e di salpare, nella consapevolezza di essere in procinto di iniziare una nuova e impegnativa avventura. "Un tuffo dal trampolino in mare aperto", come il cardinale Mauro Gambetti ha definito questo momento di svolta della sua vita, in occasione dell’ordinazione episcopale avvenuta una settimana prima del Concistoro. Un tuffo in mare aperto ma nella consapevolezza di essere di fronte a "una immensa rete d’Amore, che tutto comprende e tutto riplasma, tutto dinamizza e tutto trasforma"». (E.L.I)

 

Clicca qui per ricevere San Bonaventura informa, gratuitamente ogni mese, in formato digitale.


fonte: Seraphicum Press Office