Baccalaureato Licenza Dottorato Biblioteca Contatti Segreteria
Storia della Facoltà
Informazioni Generali
Autorità Accademiche
Collegio dei Professori
Calendario delle Lezioni
Ufficio Stampa
San Bonaventura Informa
Editrice MF
Auditorium
Cineforum
Borse di Studio e Donazioni
CATTEDRE E ISTITUTI
Cattedra Kolbiana
F.I.A.T.S.
Mulieris Dignitatem
Grafologia pastorale
Academia Bessarionis
Cattedra di dialogo
AREA RISERVATA
home \ news
NEWS
Speciale migrazioni 3: Uno sguardo alla Bibbia
10 Maggio 2017

Continua la panoramica sul Focus del mese di San Bonaventura informa dedicato ai fenomeni migratori. Tra i contributi proposti quello di fra Victor Ml. Mora Mesén, docente di Sacra Scrittura, che affronta il tema delle migrazioni nella Bibbia.

«Parlare della “migrazione” nella Bibbia implica fare un salto ermeneutico: passare da una mentalità antica a una moderna. Infatti, se questo concetto vuol dire “passare da un paese all’altro per stabilirsi in esso o lo sportarsi geografico di individui o gruppi per cause economiche o politiche”, la Bibbia ci parla di queste realtà in modi molto diversi, per cui non troviamo in essa l’equivalente del nostro concetto: non esiste una parola nel mondo biblico che implichi lo spostamento umano come un fenomeno sociale complesso. […]

Mentre nell’Antico Testamento il simbolo dello straniero implica la precarietà e la mancanza, non avere una vita veramente umana, nel Nuovo Testamento il senso è interamente positivo. Essere straniero è un ideale quando si pensa alla situazione della Chiesa nel mondo, una condizione necessaria alla fede.

L’inversione di significati che risulta evidente nel NT rispetto agli stranieri, parte dell’idea che l’essere umano vive in un mondo che si è fatto strano a Dio (Gv 8,19). Cristo è venuto in questo mondo come straniero, perciò quelli che si vincolano con lui si fanno stranieri in questo mondo». (V.M.)


Leggi qui l’articolo integrale (pag. 7)

Clicca qui per ricevere San Bonaventura informa, gratuitamente ogni mese, in formato digitale

Sul tema delle migrazioni uscirà, nei prossimi mesi, una pubblicazione dal titolo “Ero forestiero e...” – Una riflessione cristiana a più voci sulle migrazioni, a cura di fra Giulio Cesareo, che proporrà le relazioni tenute nella mattinata di studio al Seraphicum da fra Victor Mora, fra Christopher Dudek, p. Stefano Zamboni e dai profughi congolesi Léonard Ngavandje Nsima ed Etienne Alimondo Wenge.


fonte: Seraphicum Press Office