Baccalaureato Licenza Dottorato Biblioteca Contatti Segreteria
Storia della Facoltà
Informazioni Generali
Autorità Accademiche
Collegio dei Professori
Calendario delle Lezioni
Ufficio Stampa
San Bonaventura Informa
Editrice MF
Auditorium
Cineforum
Borse di Studio e Donazioni
CATTEDRE E ISTITUTI
Cattedra Kolbiana
F.I.A.T.S.
Mulieris Dignitatem
Grafologia pastorale
Academia Bessarionis
Cattedra di dialogo
AREA RISERVATA
home \ news
NEWS
Presentato il Nuovo Dizionario di mistica
07 Aprile 2017

È stato presentato ieri (6 aprile), presso la biblioteca del Seraphicum, il Nuovo Dizionario di mistica a cura di Luigi Borriello, Edmondo Caruana, Maria Rosaria Del Genio e Raffaele Di Muro, edito dalla Libreria Editrice vaticana.

L’incontro, moderato da fra Germano Scaglioni (OFMConv), vice preside della Pontificia Facoltà teologica “San Bonaventura” Seraphicum, ha visto la partecipazione dei curatori che, dinanzi a un numeroso pubblico, hanno illustrato le caratteristiche di questa opera.

Un volume di 2240 pagine con circa 800 voci alle quali hanno collaborato quasi 260 studiosi italiani e stranieri, offrendo al lettore una ricca panoramica sulla mistica che si propone, nonostante le dimensioni, come un’opera facilmente accessibile sia per lo stile scorrevole sia per i preziosi “Suggerimenti per una lettura sistematica”.

“La mistica, dunque, - ha commentato fra Germano Scaglioni - torna in campo Gli addetti ai lavori sanno che per diverso tempo la mistica è stata emarginata, colpita da una forma di ostracismo che trova una delle cause nel pregiudizio secolarista. Tutti noi ci auguriamo che questi tempi siano trascorsi e che la mistica ri-conquisti il ruolo che le compete nel campo dell’esperienza cristiana e nella riflessione teologica”.

Come ha sottolineato fra Raffaele Di Muro (OFMConv), tra i curatori del volume e docente di Teologia spirituale, “la vita mistica realizza pienamente l’uomo: egli sperimenta la presenza oggettiva ineffabile del Dio vivente, giunge a sperimentare la comunione di amore con lui ed alla comprensione, per quello che è possibile alla natura umana, dei misteri divini. Il Creatore si svela alla creatura e la fa entrare nel suo mistero di amore per l’umanità e le dona gioia e pace interiori conducendola alla beatitudine eterna”.


fonte: Seraphicum Press Office