Baccalaureato Licenza Dottorato Biblioteca Contatti Segreteria
Storia della Facoltà
Informazioni Generali
Autorità Accademiche
Collegio dei Professori
Calendario delle Lezioni
Ufficio Stampa
San Bonaventura Informa
Editrice MF
Auditorium
Cineforum
Borse di Studio e Donazioni
CATTEDRE E ISTITUTI
Cattedra Kolbiana
F.I.A.T.S.
Mulieris Dignitatem
Grafologia pastorale
Academia Bessarionis
Cattedra di dialogo
AREA RISERVATA
home \ news
NEWS
Milizia dell'Immacolata in comunione e missione
08 Marzo 2017

Prosegue il cammino in vista della celebrazione del centenario di fondazione della Milizia dell’Immacolata che San Bonaventura informa segue, mensilmente, attraverso una rubrica tenuta da fra Raffaele Di Muro, direttore della Cattedra Kolbiana della Facoltà e presidente della Milizia dell’Immacolata internazionale. 

“La Milizia dell’Immacolata, nel centenario della sua fondazione, è chiamata a scoprire la sua vocazione missionaria. Questa tensione per san Massimiliano è importante, ma ogni opera apostolica deve basarsi sulla comunione fraterna che, con la preghiera, ne costituisce il fondamento.

Ecco le parole del santo: ‘L’anima che fa parte della Milizia dell’Immacolata, quindi, cessa di preoccuparsi eccessivamente anche della propria eternità. Riconosce che tutto ciò che non dipende dalla propria volontà viene dalla mano di Dio attraverso l’Immacolata e, per quanto sta in lei, cerca di fare tutto quel che può allo scopo di conoscere la volontà dell’Immacolata sempre più perfettamente e di compierla sempre più fedelmente, anche se ciò gli costasse molte sofferenze e sacrifici’ (SK 1329, Appunti per un libro). […]

Massimiliano descrive mirabilmente la missione di chi aderisce alla M.I.: egli prega, lavora, lotta, soffre e offre, perché altri fratelli possano sperimentare le gioie della presenza materna dell’Immacolata e dell’appartenenza a lei, in un itinerario di continua santificazione personale ed evangelizzazione. I segreti del cuore non possono restare nascosti.

Chi compie una via in stile kolbiano, non può non rivelare l’importanza del ruolo di Maria nella propria esistenza, un ruolo che vuol dire involarsi verso il Regno, dopo un perseverante impegno di conversione e santificazione nel corso del proprio pellegrinaggio terreno”. (RDM)


Leggi qui l’articolo integrale (pag. 8)

Clicca qui per ricevere San Bonaventura informa, gratuitamente ogni mese, in formato digitale


(Foto: Archivio Seraphicum)


fonte: Seraphicum Press Office