CONTATTI RICERCA FOTOGALLERY DONAZIONI
NEWS
torna alla home
Bolla Ite Vos e Dis-Ordine francescano
01 Giugno 2017

Nel quinto centenario della bolla Ite Vos di papa Leone X (promulgata il 29 maggio del 1517), prosegue l'approfondimento di San Bonaventura informa su questo provvedimento che condusse a una separazione nel mondo francescano.

Dopo l'intervista a fra Tomasz Szymczak, per comprendere le ricadute della bolla e il parallelismo con la parabola di Matteo sugli operai mandati nella vigna, proponiamo un estratto della stessa bolla e un libro, di prossima uscita, dal titolo Dis-Ordine francescano (Edizioni Messaggero Padova), presentato da fra Fabio Scarsato, direttore editoriale del Messaggero di Sant’Antonio.

"Per coltivare questa vigna quel capofamiglia mandò, di primo mattino, al sorgere del sole, l’Angelo che sale dall’Oriente, con il segno del Dio vivo, il beato Francesco, che insieme a uomini di mirabile santità, gettò le prime fondamenta di questa vigna.

A costoro, nell’ora terza, successero uomini religiosi, che guidati dal beato Bonaventura, con la forza e l’aiuto della Santa Trinità, ripararono i muri di questa vigna, prossimi alla rovina.

Dopo costoro, come all’ora sesta, uscirono alcuni frati ferventi di spirito, che, confortati dal Sacro Concilio di Vienna, come mandati da Dio, ricondussero ai suoi inizi il rigore della disciplina, ormai quasi del tutto svigorita" (dalla bolla Ite Vos).

"Potrebbe essere che il semper reformanda appartenga costitutivamente alla famiglia francescana? Che se smettesse di farlo, questo sì sarebbe un autentico tradimento? Che è quel sornione di san Francesco ad aver previsto tutto ciò?

Gli atti che pubblichiamo in questo testo sono un po’ atipici, perché atti di un convegno che alla fine non ci fu. Per vari motivi l’appuntamento, previsto alla fine del 2016, è saltato, ma è rimasta la volontà di offrire alla riflessione della famiglia francescana alcuni spunti “fuori dal coro” e, proprio perché inconsueti e originali, magari in grado davvero di scatenare pensieri e approcci diversi e coinvolgenti" (F.S.).


Leggi qui l'editoriale con l'estratto della bolla (pag. 1) e l’articolo di fra Scarsato (pag. 6)

Clicca qui per ricevere San Bonaventura informa, gratuitamente ogni mese, in formato digitale



fonte: Seraphicum Press Office