ACCOGLIENZA CONTATTI FOTOGALLERY RICERCA
NEWS
torna alla home
La dignità dell'uomo in san Francesco
13 Marzo 2017

Nuovo appuntamento, in San Bonaventura informa, con il Lessico di spiritualità francescana, uscito in lingua polacca, che il mensile della Facoltà presenta in esclusiva ogni mese nelle nuove voci.

Fra Emil Kumka, docente di Francescanesimo, curatore della rubrica e redattore responsabile della pubblicazione polacca, propone questo mese un approfondimento della voce “antropologia”, ripercorrendo il tema della dignità dell’uomo secondo san Francesco d’Assisi.

“Il primo e più importante aspetto della dignità umana scaturisce dal fatto che l’uomo fu creato a immagine e somiglianza di Dio. L’uomo con il corpo e l’anima è opera di Dio. Francesco lo vede particolarmente evidente in tutta la creazione, in quanto è l’unico essere creato a immagine del Figlio sia quanto a corpo sia a spirito, somigliante a Dio e collocato in paradiso (Adm 5,1).

Dio-Uomo è per l’Assisiate l’archetipo dell’uomo in tutti e due gli aspetti, così l’uomo è visto ontologicamente buono e nobile.
L’uomo è composto da due elementi uniti dal Dio Padre, perciò nel cammino verso Dio non si deve separare il corpo e lo spirito, e ambedue devono servire per recuperare la primitiva armonia con Dio “spendendo tutte le nostre forze e i sentimenti dell’anima e del corpo in ossequio del tuo amore e non in altro” (Pat 5).

Nonostante la peccaminosità, questa è la visione unificante alla quale la persona dovrebbe tendere per realizzare l’armonia perduta tra il corpo e lo spirito”. (EK)



Leggi qui l’articolo integrale (pag. 10)

Clicca qui per ricevere San Bonaventura informa, gratuitamente ogni mese, in formato digitale


fonte: Seraphicum Press Office