CONTATTI RICERCA FOTOGALLERY DONAZIONI
NEWS
torna alla home
SBi News: Messaggio Giornata mondiale comunicazioni sociali
24 Gennaio 2017

Si intitola «Non temere, perché io sono con te» (Is 43,5). Comunicare speranza e fiducia nel nostro tempo il messaggio di papa Francesco per la 51ª Giornata mondiale delle Comunicazioni sociali che sarà celebrata il prossimo 28 maggio, solennità dell’Ascensione del Signore.

Dinanzi alle nuove sfide tecnologiche e a un ripiegamento sulle cattive notizie che portano sempre con sé un certo sensazionalismo, papa Francesco - nel messaggio diffuso questa mattina - invita gli operatori dei mezzi di informazione ma anche coloro che ogni giorno “macinano” informazioni negli scambi relazionali, a dare vita a una “comunicazione costruttiva che - si legge -, nel rifiutare i pregiudizi verso l’altro, favorisca una cultura dell’incontro, grazie alla quale si possa imparare a guardare la realtà con consapevole fiducia”.

Un richiamo ai comunicatori (in senso lato) di buona volontà a “spezzare il circolo vizioso dell’angoscia e ad arginare la spirale della paura, frutto dell’abitudine a fissare l’attenzione sulle cattive notizie”. Non un volgere lo sguardo dall’altra parte, beninteso, bensì un invito a “oltrepassare quel sentimento di malumore e di rassegnazione che spesso ci afferra, gettandoci nell’apatia, ingenerando paure o l’impressione che al male non si possa porre limite”.

Solo uno “stile comunicativo aperto e creativo”, propenso a scorgere e raccontare il bene, può offrire un servizio alla nostra società.
Aprirsi agli “orizzonti dello Spirito” significa attingere alla fonte che è Dio stesso, significa leggere “sempre di nuovo la Buona Notizia, quel Vangelo che è stato ‘ristampato’ in tantissime edizioni nelle vite dei santi, uomini e donne diventati icone dell’amore di Dio”.

Una attenzione alla buona notizia che può essere colta, nell’incessante flusso comunicativo che investe le nostre vite in ogni istante, indossando gli “occhiali” giusti che - sottolinea papa Francesco – per i cristiani significa saper leggere gli eventi attraverso il Vangelo.


Qui il testo del Messaggio

(Foto: Rai News)


fonte: Seraphicum Press Office