ACCOGLIENZA CONTATTI FOTOGALLERY RICERCA
NEWS
torna alla home
La storia del Natale all'Auditorium Seraphicum
16 Dicembre 2016

La Storia del Natale, un viaggio per adulti e bambini, alle radici della tradizione è lo spettacolo in programma domenica 18 dicembre, alle ore 18, all’Auditorium Seraphicum (via del Serafico, 1 – angolo via Laurentina, Roma).

L’appuntamento, che rientra nella rassegna “Al di là del concerto”, vuole trasmettere un chiaro messaggio sull’importanza della propria identità religiosa e culturale, andando proprio alla riscoperta della bellezza della tradizione natalizia.

In prossimità di questo evento, centrale per la vita cristiana, si riaffacciano ogni volta - da qualche anno - polemiche sulla opportunità di festeggiare in scuole e luoghi pubblici la Natività, vista da taluni come una “forzatura” verso i diversamente credenti e i non credenti.

Ecco che lo spettacolo del Seraphicum intende festeggiare, senza tentennamento alcuno, la Natività come un avvenimento che è stato sempre centrale nella nostra tradizione.

Lontano però da qualsiasi logica di contrapposizione, lo spettacolo vuole piuttosto rappresentare un’occasione per tutti, anche per non credenti o appartenenti ad altre religioni, di conoscere un avvenimento centrale del cristianesimo e quindi della storia, divenendo così una opportunità di arricchimento culturale.

La rassegna, sotto la direzione artistica di Pamela Gargiuto e Paola Pegan, vedrà la partecipazione del Coro Vocalia Consort che curerà le musiche, di Caterpillar come voce narrante e di Noemi Colitti per l’elaborazione dei contenuti multimediali.

Una edizione che vede importanti novità, abbinando la musica con altre arti, come la letteratura la pittura, la fotografia, la danza.
“Gli incontri monografici, dedicati ognuno ad un grande artista - spiegano gli organizzatori -  metteranno questa volta a confronto due o più arti, associando al concerto dal vivo la lettura di poesie, lettere, racconti o passi estratti da romanzi, mostre fotografiche, proiezione di opere pittoriche e filmati sulla danza, fino ad arrivare ad un film muto musicato dal vivo”.

La rassegna, aperta dalle sonate di Mozart e dalle sue lettere, passerà dalle canzoni e poesie di Jim Morrison alle note di Debussy e Ravel accostate alle tele di Monet. Ci saranno il Jazz di Duke Ellington insieme alla danza, il romanzo “Kafka sulla Spiaggia” di Haruki Murakami con le foto di Roberto Saletti e la musica dei Tamurakafka e, infine, “Tempi Moderni” di Charlie Chaplin musicato in versione rock dai Frangar non Flectar.

Prossimi appuntamenti il 22 gennaio con “Il Giappone oggi: Haruki Murakami, Tamurakafka e Roberto Saletti”; il 19 febbraio con “La Francia nell’Ottocento: dalle tele di Monet alle note di Debussy e Ravel”; il 19 marzo “Il Rock dei Frangar Non Flectar su “Tempi moderni” di Charlie Chaplin“; il 23 aprile “Jim Morrison: visioni, passioni e trasgressioni di “Re Lucertola” e il 14 maggio chiusura con “Take the Jazz Train - Omaggio a Duke Ellington”.


Costo del biglietto: euro 10
L’Auditorium Seraphicum si trova a via del Serafico, 1 - angolo via Laurentina - ad appena 200 metri dalla Metro B Laurentina e ben servito dagli autobus di linea. Dispone inoltre di un ampio parcheggio interno gratuito.
Per ulteriori informazioni: tel. 06 515031


fonte: Seraphicum Press Office