ACCOGLIENZA CONTATTI FOTOGALLERY RICERCA
NEWS
torna alla home
Verso il centenario della Milizia dell'Immacolata
15 Novembre 2016

Dal numero di ottobre, e sino all'ottobre del 2017, San Bonaventura informa ospiterà una rubrica dedicata al centenario della Milizia dell'Immacolata, a cura di fra Raffaele Di Muro.

Nel primo articolo si mette in evidenza la situazione politica, culturale e religiosa nella quale maturò l’idea del giovane fra Massimiliano Kolbe di dare vita a questo movimento mariano, creato nel convento del Seraphicum dove il giovane frate polacco abitò e studiò dal 1912 al 1919.

“Ai tempi di Massimiliano Kolbe - scrive fra Di Muro - la situazione politica della sua patria è certamente drammatica, dal momento che il territorio della Polonia risulta «smembrato», perché inglobato nei Paesi confinanti.
Si assiste, di conseguenza, alla lotta del popolo polacco per la riconquista del proprio suolo e della libertà. Oltre a vivere la drammatica situazione della Polonia, negli anni della sua formazione romana, Massimiliano è spettatore di eventi che manifestano un clima di evidente opposizione alla Chiesa, particolarmente ad opera della Massoneria. […].

La gioventù del santo si svolge nel momento in cui i totalitarismi stanno per prendere il sopravvento e condurre progressivamente molte nazioni alla repressione ed alla schiavitù di pensiero e di opere.
Durante la sua permanenza a Roma scoppia il primo conflitto mondiale, che apre una pagina dolorosissima per tutte le genti del mondo. Anche in questo caso egli si interroga sul suo contributo alla Chiesa e ai fratelli.

Inoltre, il giovane fra Massimiliano viene a conoscenza della pericolosità del modernismo. Si tratta di un movimento che intende conciliare la filosofia moderna e la teologia tradizionale: detta operazione è considerata molto ardita da Pio X in quanto l’impianto filosofico del teologare del tempo è radicato in una filosofia di tipo tradizionale ed eventuali cambiamenti sarebbero assai dannosi sotto il profilo
della linearità della dottrina: le parole del santo espongono la preoccupazione ecclesiale del tempo circa l’influsso di questa corrente nello studio teologico”.



Leggi qui l’articolo (pag. 16)

Clicca qui per ricevere San Bonaventura informa, gratuitamente ogni mese, in formato digitale


fonte: Seraphicum Press Office